Un po’ casa, un po’ albergo. Alla scoperta degli Alberghi Diffusi

trulli puglia alberghi diffusi alberobello

Si chiamano Alberghi ma hanno qualche cosa in più delle classiche strutture residenziali: sono situati in piccoli borghi storici, sparpagliati nelle location più belle e affascinanti del nostro Bel Paese.

In Italia ce ne sono circa settanta, tutti con la loro storia e tutti riportati a nuova vita dall’ amore e dalla passione dei proprietari che molto spesso hanno lasciato la loro vita per immergersi nelle atmosfere senza tempo di questi piccoli paradisi, condividendo con i viaggiatori il loro modo di vivere e di godere del territorio.

Perché diffusi? Perché le stanze o gli appartamenti non sono in un’unica residenza bensì dislocati nel borgo che quindi rivive i bei fasti di un tempo e continua a raccontarci le sue storie. Insomma, una residenza orizzontale, più che verticale.

L’albergo diffuso è per coloro che amano vivere a contatto con i residenti, per sentirsi quasi come a casa, anche se si è centinaia di chilometri lontano.
L’offerta di queste strutture spazia davvero in tutta Italia. Qui vi proponiamo un percorso da Nord a Sud, per stuzzicare la vostra voglia di viaggiare in modo diverso.

Centro Nord

antico convento portico di romagna

Se volete scoprire una regione che ha molto da offrire ma è un po’ fuori dalle tradizionali destinazioni, scegliete la Romagna. Qui potrete fare un percorso che dalla montagna va verso il mare. A Portico di Romagna troverete il Vecchio Convento. Un borgo medioevale fondato dai romani e per lungo tempo capitale della Romagna Toscana. Qui si narra la nascita della storia d’amore tra Dante e Beatrice.

Andando verso il mare, scoprirete l’entroterra di Rimini e soprattutto la Valmarecchia, dove su uno spuntone di roccia nasce Verucchio con il suo Mastin Vecchio, fortezza strategica dei Malatesta, ma soprattutto uno dei centri principali della civiltà Villanoviana. Nel borgo si trova l’albergo diffuso Le Case Antiche.

locanda-senio albergo diffuso

Scendendo verso il centro potrete percorrere le vie dell’olio e del vino che vi guideranno tra le Marche, l’Umbria e la Toscana, a partire da Palazzolo al Senio, dove potrete fermarvi alla Locanda al Senio, per correre giù fino in Umbria e fermarsi nel castello albornoziano di Torre della Botonta e poi proseguire in Lazio, ad Amatrice presso Villa Retrosi, nella patria della amatriciana.

Centro Sud

Partendo dalla Campania, vi consigliamo il Convento San Basilio, ad Amalfi, situato proprio in centro nelle antiche stanze del convento benedettino, riservato alle donne nobili amalfitane, con una vista mozzafiato sul golfo, scendendo verso la Basilicata, potete dirigervi a Matera per soggiornare presso Sextantio, le cui camere sono dislocate nei famosi sassi, per poi arrivare in Calabria, a Belmonte, un piccolo borgo a strapiombo sul mare verde e limpido di questa regione.

Risalendo lo stivale si arriva in Puglia, a Borgo di Oria. Un castello fortificato che protegge un borgo al cui interno soggiornare nelle tipiche case. Oppure, se amate e conoscete i trulli, potete soggiornare presso Trullidea, un paesino diventato albergo diffuso, mantenendo intatte le strutture delle antiche abitazioni.

casa vargiu albergo diffuso sardegna

Le ultime tappe, prima di passare in Sardegna, sono il Molise e l’Abruzzo. Sant’Angelo Limosano, arroccato ai piedi di un castello in rovina a 900 mt. sul livello del mare, gode di un panorama che spazia dalle isole Tremiti alle cime della Maiella; qui troverete il Perbacco, un albergo diffuso esattamente nel centro del paese. Mentre non potete tralasciare le montagne abruzzesi, a pochi passi da Roma, fermandovi a Rovere, una piccola comunità difesa da una cinta muraria e da un castello di cui permangono le strutture edilizie sulla sommità del colle su cui sorge il borgo.

Sicilia e Sardegna

Tra le tante strutture abbiamo scelto Le Case dello Zodiaco a Modica. Città famosa per la sua architettura (Patrimonio dell’Unesco), i suoi palazzi e la sua cioccolata. Qui l’albergo diffuso è fatto da cinque case, tutte rigorosamente in pietra, sparse per il paese, dalle quali godere del panorama unico di questo gioiello barocco.

casa vargiu sardegna albergo diffuso

In Sardegna, invece, abbiamo scelto Oma Axiu, che in sardo significa casa Vargiu, una casa di 200 anni che ora è un museo etnografico. Nei vari ambienti che compongono la casa è possibile ricostruire i gesti e gli antichi mestieri, sentire i profumi e i sapori delle pietanze tipiche della società contadina del Sarcidano.

Consigli utili

Potete trovare tutte le informazioni sugli alberghi diffusi presso il loro sito web, www.alberghidiffusi.it, oppure direttamente nei siti web delle strutture che vi abbiamo raccontato.


2 thoughts on “Un po’ casa, un po’ albergo. Alla scoperta degli Alberghi Diffusi

  1. Pingback: albergodiffuso.com

  2. Pingback: Alla scoperta degli Alberghi Diffusi | Turismo Come

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *