La vera essenza di Bulgari

La storia di Bvlgari in Italia ha inizio nel 1884 quando Sotirio lascia la Grecia e arriva a Roma.  E’ qui ai piedi di Piazza di Spagna in una cornice estremamente romantica e suggestiva che Bulgari ritrova la sua fonte di ispirazione e tutta la bellezza classica della sua Grecia. Roma è diventata da allora il luogo perfetto dove Bulgari è riuscito ad esprimere tutta la creatività della sua arte e di uno stile fatto di una bellezza a cui nessuno può resistere.

immagine-1

Il 1905 è la data che segna l’apertura ufficiale dello storico negozio a Roma in Via Condotti, 10, fatto di vetrine affascinanti in grado di ammaliare con il loro intenso luccichio. Quest’anno il marchio festeggia il suo 130 anniversario nella capitale, e in occasione dell’evento ha deciso di approvare delle modifiche allo stile del proprio negozio, la facciata del negozio non ha infatti subito alcuna modifica dal 1934.

Immagine-1-Bulgari-Mon-Jasmin-Noir-With-Kirsten-Dunst

I lavori di ristrutturazione sono stati affidati all’architetto Peter Marino che ha a trasformato lo stile del negozio. Una trasformazione che esprime al meglio la vera essenza del marchio, che evochi il concetto eterno della capitale romana da un lato e che dall’altro rispecchi la sensualità e lo stile della clientela.

immagine-11-Bvulgari-store-through-the-year

Perchè la vera essenza di Bulgari è la città eterna. Maestosa, Grande Madre, Romantica dotata di un fascino irresistibile e prorompente. Bulgari si identifica a tal punto con Roma tanto da esserne diventata una metafora, un’allegoria, la rappresentazione vera e propria della grande bellezza della capitale in creazioni di lusso.

immagine-2-Bvulgary-artistic-jewellery-creativity

In particolar mi vorrei soffermare su questo aspetto molto interssante dell‘identificazione del marchio con Roma e della particolare collezione Heritage curata da Amanda Triossi.

immagine-3-Bvulgari-advertising

Una collezione particolare dedicata ai sontuosi, solidi monumenti e palazzi romani che sono stati la fonte di ispirazione delle creazioni di lusso del marchio. Ecco le similitudini di alcuni gioielli con alcuni monumenti iconici della capitale.

Piramide di Caio Cestio

immagine-4-Pyramid-of-Cestius-Rome

Basti pensare alla Piramide di Caio Cestio che si trova in Via Raffaele Persichetti costruita intorno al 18 e il 12 a.C. che rimanda allo zaffiro blu dell’anello in oro tagliato a piramide, fatto di smeraldo e rubini del 1990.

immagine-5-Bvulgarui-pyramid-ring

La novità essenziale e dote inconfondibile sta nell’uso del colore che fa parte dei codici estetici della maison. Infatti oggi è il primo gioielliere al mondo per le pietre colorate.

Scalinata dei Musei Vaticani

immagine-6-Spiral-staircase-of-vatican-museum

Si intravede poi anche come la Scalinata dei Musei Vaticani sia stata un’altra fonte di ispirazione per la realizzazione di una delle creazioni di Bulgari.

Si tratta del bracciale-orologio “tubogas” del 1980 le cui volute richiamano molto le scale elicoidali dei Musei, disegnati da Giuseppe Momo. Infatti le spire serpentine del bracciale e la particolare lavorazione danno un senso di elasticità all’oro.

immagine-7-bulgari-bracelet-watch-tubogas

Palazzo Spada

Palazzo Spada sito in piazza Capo di Ferro a Roma lo ritroviamo invece in una collana del 1992 realizzata in oro e diamanti, con pendenti a boule. Questa collana ricrea l’illusione ottica della falsa prospettiva nell’antica galleria.

immagine-8-palazzo-spada-in-Rome

I pendenti della collana hanno una grandezza decrescente, ma una volta indossata la collana danno l’impressione di essere tutti della stessa grandezza.

Chiese Gemelle

Ci sono poi le Chiese Gemelle di Piazza del Popolo, Santa Maria Montesanto e Santa Maria dei Miracoli le cui cupole si ritrovano nell’anello del 1965 con perle naturali, una bianca e una nera, ciascuna circondata da diamanti.

immagine-9-the-twin-churches-in-Rome

In definitiva il carattere e lo stile riconoscibile di Bulgari sta nella grande bellezza di Roma. Il segno che fa la differenza del marchio è la connessione di elementi artistici, emotivi e toponomastici.

immagine-12-Bvulgari-icon


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *