Videogiochi vintage, l’arte videoludica in mostra

I videogame sono molto di più di un gioco per ragazzi, costituiscono bensì un universo ricco di riferimenti ad altri linguaggi e in grado a sua volta di influenzare il cinema, il fumetto, la letteratura e l’arte contemporanea.
Per questo oggi si dedicano mostre al videogioco, eventi destinati non più solo agli appassionati che trascorrono ore a giocare, poiché la moltiplicazione dei dispositivi (console, pc, smartphone, tablet) ha avvicinato all’arte videoludica anche chi magari non è mai entrato in una sala giochi.

In questo articolo segnaliamo dove poter giocare ai videogiochi vintage e ripercorrere le tappe evolutive del videogame, dai primi cabinati fino alle ultime uscite del 2014, un’esperienza coinvolgente e adatta a tutte le età.

Videogiochi mostra a Parigi

La mostra interattiva sul videogioco a Parigi

mostra interattiva sui videogame

In Francia il videogame è un settore di mercato in grande espansione, e questa mostra interattiva alla Cité des Sciences et de l’Industrie di Parigi ne è la conferma: oltre alle storiche console e alle cartucce dei videogiochi in esposizione sono a disposizione dei visitatori tantissimi giochi innovativi come Avatar, che scansiona un’immagine del giocatore tramite un sensore per restituirne un avatar digitale, da personalizzare con armature e altri oggetti per poi interagire con esso senza l’ausilio di joystick o gamepad.
Giocando ad Avatar ci si può fotografare e creare un account accessibile online con un codice qr, per continuare il gioco anche successivamente.

Tra le altre attività disponibili nei 1000 metri quadri del museo c’è anche il surf interattivo, per solcare le onde del mare senza nemmeno bagnarsi, e il flipper, dove in questo caso il giocatore diventa una biglia sullo schermo e gli altri giocatori rappresentano le palette del flipper, manovrate tramite dei pulsanti.

Oltre alle esperienze immersive, la mostra Jeu vidéo include workshop e incontri con designer di videogame pensati anche per i non-giocatori e i semplici curiosi.

Jeux vidéo mostra a Parigi

Se avete in programma un viaggio a Parigi, segnatevi la data della mostra: è aperta dal martedì alla domenica fino al 24 agosto.

Vigamus, il museo del videogioco a Roma

Museo del videogioco di Roma

Chi ama i videogame ora ha un punto di riferimento anche in Italia, il Vigamus di Roma, primo museo italiano interamente dedicato al videogioco, uno spazio dove i veri nerd si fermeranno ad ammirare cimeli come lo Spectrum ZX, il Commodore 64 o il primo modello del Gameboy, ma il Vigamus è soprattutto un posto dove si gioca tra passato e presente: da una parte i cabinati arcade originali (Pac Man, Donkey Kong, Space Invaders, Street Fighter II, Tekken), dall’altra la sala dedicata all’Oculus Rift, dove provare il visore per la realtà virtuale e immergersi totalmente nel proprio videogioco preferito.

Gameboy al museo del videogame

Il Vigamus, inoltre, organizza periodicamente eventi, presentazioni delle ultime novità videoludiche, tornei e meeting di cosplayer, un motivo in più per visitare questo museo ancora poco conosciuto ma molto valido.
Vi interessano i retroscena delle origini dei videogame più famosi? Sognate di giocare a quel platform game che all’epoca non avete mai finito?

Regalatevi una game experience al museo, scoprirete che il videogame è un mezzo espressivo dalle potenzialità ancora inesplorate.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *