Montepulciano, un privilegio per tutti

Il destino di Montepulciano è espresso chiaramente dal suo nome, composto di Monte e Policiano, derivato dall’etrusco purth, parola che significa comandante o condottiero. Infatti il borgo poliziano domina la Valdichiana e la Val d’Orcia e fa vanto di alcune peculiarità che la contraddistinguono rispetto al resto della provincia senese.

Questo breve itinerario vuole essere un invito a visitare Montepulciano e a lasciarsi coinvolgere con tutti i 5 sensi, perché la Toscana non finisce mai di stupire.

Montepulciano vista dall'alto

Benvenuti nella terra degli ulivi e dei vigneti

Chiesa di San Biagio

La posizione geografica di Montepulciano, leggermente isolata dal territorio circostante, ha favorito sia il paesaggio agricolo, nel quale spiccano ulivi e vigneti di ampie dimensioni, sia lo scenario urbano, caratterizzato da uno stile architettonico estremamente raffinato soprattutto per quanto riguarda i palazzi del Cinquecento.

Prima ancora di arrivare nel centro storico va vista la Chiesa di San Biagio, nota anche come Tempio proprio per via del suo aspetto monumentale. La chiesa sorge alle pendici del colle di Montepulciano ed è una delle testimonianze più rilevanti dell’arte rinascimentale. Progettata da Antonio da Sangallo il Vecchio, la chiesa è nota anche per un affresco custodito al suo interno, “La Madonna col Bambino e San Francesco”, risalente al XIV secolo e ritenuto miracoloso: si racconta che due donne e un pastore videro gli occhi della Vergine raffigurati nell’affresco muoversi come fosse viva.

La Chiesa di San Biagio è un’efficace anticipazione di quello che riserva questo borgo medievale: giunti nel cuore della città da Porta al Prato, si arriva in Piazza Grande, luogo in cui sono concentrati Palazzo Nobili-Tarugi, il Duomo, Palazzo Comunale, Palazzo Contucci e Palazzo del Capitano del Popolo.

Ognuno di essi rappresenta una parte della storia del borgo, ad esempio Palazzo Contucci ospita le cantine storiche dell’azienda vinicola Contucci, esistenti già in epoca medievale, mentre il Palazzo del Capitano del Popolo è la sede del centro studi della Strada del Vino Nobile, consorzio nato per promuovere il pregiato nettare prodotto in questa zona.

Duomo di Montepulciano

Il Duomo, in stile rinascimentale, custodisce numerose opere d’arte di rilievo, fra cui il Trittico dell’Assunta di Taddeo di Bartolo (dipinto nel 1401) e il Monumento funebre di Bartolomeo Aragazzi, realizzato da Michelozzo in marmo di Carrara.

Lo stesso artista è l’artefice del Palazzo Comunale, dalla cui vetta si può godere dello splendido panorama collinare; la presenza nella stessa piazza di edifici così differenti eppure in armonia dal punto di vista architettonico conferma l’attenzione dei poliziani verso l’eleganza delle forme e la loro passione per l’arte.

Vino Nobile, il gioiello di Montepulciano

Montepulciano

Chi non è mai stato a Montepulciano probabilmente conosce o ha assaggiato il Vino Nobile DOCG, uno dei più antichi d’Italia e primo a ottenere questa certificazione di qualità.

Questo vino si caratterizza per il profumo floreale, il colore rubino e il sapore asciutto ed equilibrato.

Degustare il Vino Nobile durante un soggiorno a Montepulciano è d’obbligo, poiché le numerose cantine storiche organizzano periodicamente visite guidate con assaggi di diverse annate allo scopo di promuovere una maggiore consapevolezza della particolarità del prodotto.

Consiglio una visita alle Cantine de’ Ricci, interamente scavate nel tufo e situate nei sotterranei di Palazzo Ricci, un labirinto di barrique rimasto inalterato nel corso dei secoli.
Al termine della degustazione riemergerete in superficie pronti a proseguire un inebriante itinerario. www.dericci.it

Lago di Montepulciano

Fuori dal borgo, al confine fra Toscana e Umbria, si trova il Lago di Montepulciano, meta suggerita per un’escursione nella natura: la ricca vegetazione e la presenza di numerose specie di uccelli che giungono qui per svernare e nidificare rendono il lago una delle riserve naturali più belle del territorio.

L’area può essere esplorata seguendo il sentiero ciclopedonale oppure in battello, rivolgendosi al Centro Visite della Pro Loco, da contattare in anticipo per informazioni e prenotazioni. www.prolocomontepulciano.it

I suggerimenti inclusi in questa guida sono merito dello staff di Villa Poggiano, relais di charme con vista sulla Val d’Orcia e a 2 chilometri da Montepulciano, attorniato da un parco secolare dove rilassarsi e preparare il proprio tour nell’arte e nel gusto.

Paesaggio-Montepulciano


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *