Antigravity Yoga: cos’è e a cosa serve

Sospesi in aria per sfidare la forza di gravità, rilassando mente e corpo per riconciliarsi col mondo: questo in sintesi il “cuore” della disciplina che si propone come innovativa tecnica di fitness capace di unire sport e arte del benessere d’ispirazione orientale.

Difficile rendere l’idea a parole, meglio associare concetti a immagini e video per comprendere adeguatamente la natura dell’antigravity yoga, soffermandosi il più possibile sull’armonia del corpo che si solleva da terra in acrobatico relax esteso a tutti i muscoli, con particolare interessamento della colonna vertebrale e degli arti sia inferiori che superiori.

Roba da atleti esperti, “off limits” per chi non è più giovanissimo? A dispetto delle apparenze, la disciplina, che secondo un’interpretazione comune e non proprio esaustiva si colloca a metà strada tra yoga e ginnastica artistica, può essere eseguita bene anche in età avanzata.

La finalità ultima dei seguaci di Cristopher Harrison, pioniere d’Oltreoceano dell’antigravity, risiede nella progressiva “liberazione” dell’individuo da tensioni fisiche e mentali in eccesso, attraverso esercizi di rilassamento da svolgere rigorosamentea testa in giù per circa 45 minuti.

I vantaggi dello yoga antigravitazionale

antigravity fitness
Un beneficio, quello offerto dall’armonizzazione delle energie con movimenti coordinati e il corpo avvolto da un’amaca elastica (di stoffa, appesa al soffitto mediante ganci) essenziale per sfruttare la forza di gravità, in grado di estendersi letteralmente “dalla testa ai piedi” azzerando spazio e tempo.

Lo sport, inteso come cura del corpo e relax per la mente, è un alleato prezioso della salute, messa spesso a dura prova dai duri colpi che lavoro e altri pesanti impegni quotidiani assestano impietosamente: con simili premesse, le nuove frontiere del fitness motivazionale aprono la strada a una vera e propria “rivoluzione”.

Come si fa a trovare l’equilibrio tenendosi in forma con pochi e semplici esercizi di rilassamento da eseguire in sedute a cadenza regolare? Tutto ciò potrebbe sembrare una sorta di utopia da moderni sognatori, ma qualcosa di magico si nasconde nell’intuizione del maestro contemporaneo di danza acrobatica, che da Broadway ha esportato nel resto del mondo tecniche e filosofia dell’antigravity ottenendo a quanto pare risultati davvero straordinari.

Equilibrio e benessere con l’antigravity yoga

Antigravity Yoga: cos'è e a cosa serve

Chiunque abbia voglia di “volare” sfidando le leggi della fisica è pertanto tenuto d’ora in poi a indossare le sue ali virtuali e chiudere gli occhi, ascoltando magari in sottofondo un po’ di musica New Age per immergersi a pieno nell’atmosfera.

Influenze di Pilates, Calisthenics, versione “convenzionale” dello yoga e fitness classico a parte, l’armoniosa arte motoria creata da Harrison punta decisamente in alto, perseguendo l’ambizioso scopo di un benessere a 360 gradi dell’individuo alla ricerca della “pace interiore” prima ancora che del (pur sempre necessario) potenziamento dell’agilità fisica.

Senza volersi perdere nell’indagine sulle lontane origini di tale pratica, destinata far proseliti ovunque, si può dire che siamo di fronte ad un affascinante ritorno alle radici che va ben oltre l’ambito sportivo sconfinando abbondantemente in filosofia e culture d’altri tempi.

Yoga antigravitazionale cos'è

Credits Foto: Facebook @ Christopher Harrison’s AntiGravity Lab e

antigravityyoga.co.uk/?page_id=2

Video:

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *