Cosa fare a Dublino in un week end

In questo periodo il cielo irlandese comincia a fare capolino attraverso le spesse nubi che riversano la pioggia, protagonista di queste grandi isole nordiche, e l’Irlanda si apre alla primavera. È un ottimo momento per godersi una fuga lunga un weekend in una città gioiellino, immersa nelle terre verdi d’Irlanda.

Week-end-a-Dublino

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, Dublino è una città relativamente piccola. Bastano un paio di giorni per visitarla. Rigorosamente a piedi, per goderne ogni minimo angolo, assaporarne l’elegante semplicità. Qui di seguito vi riporto una piccola guida dei luoghi di interesse imperdibili.

È doveroso cominciare il tour a piedi di Dublino dalla Cattedrale di San Patrizio. Abbellita, come se ce ne fosse bisogno, da un parco verde, la chiesa cattedrale vanta ben 800 anni di storia ed è tuttora un faro di spiritualità e insegnamento. In stile gotico, la sua costruzione risale al XII secolo e in essa riposano le spoglie di gentiluomini e nobildonne. Fra questi è il celebre Jonathan Swift, autore de I viaggi di Gulliver, che riposa in pace accanto alla sua devota amica Stella.

Week-end-a-Dublino-castello

Con soli dieci minuti di passeggiata verso il centro, ci si imbatterà nel Castello di Dublino, antichissimo, nel quale è possibile vedere il sovrapporsi degli stili architettonici che si sono rincorsi sulle sue facciate nel corso dei secoli. Con un biglietto di 6,50 euro una guida vi porterà in giro per il palazzo, svelandovi i segreti più remoti. Attenzione però!, tutti i tour sono in inglese, perciò siate pronti a sfoderare le vostre doti poliglotte.

La visita comincia dalle fondamenta medievali del castello, e la prima parte del tour si svolge sotto l’attuale manto stradale, laddove sono sopravvissute porzioni notevoli delle torri, delle mura e del fossato di difesa costruiti dai Normanni. Esattamente sopra di essi, all’aria aperta, sorgono quegli che erano gli uffici amministrativi britannici. Qui aveva lavorato Bram Stoker, che di tanto in tanto alzava lo sguardo dalle carte burocratiche e osservava con sguardo sognante la Cappella Reale che sorgeva di fronte alla sua finestra. Probabilmente fu questa bella chiesetta gotica a ispirargli il racconto di Dracula.

Week-end-a-Dublino-castello-2

Il palazzo è oggi adibito a eventi ufficiale di Stato, ma un tempo era stato il luogo prescelto dalla nobiltà anglo-irlandese per i suoi divertimenti. Nei suoi ampi saloni, le ricche rampolle in età da marito cercavano il buon partito. Oggi nel celebre Salone Blu le alte cariche di Stato irlandesi ricevono gli ospiti illustri internazionali.

Week-end-a-Dublino-cattedrale

Dal Castello la Dame Street conduce al famosissimo Trinity College, dove studiò Oscar Wilde e dove, se si è fortunati, è possibile assistere a una partita di rugby della squadra universitaria, cui assistono con fervore tifoso giovani e anziani. Dalla piazza antistante l’università si può procedere verso il fiume o verso la Grafton Street, la movimentata via dei negozi, dove ascoltare musica dal vivo mentre si fa shopping. Certo!, perché a Grafton si ritrovano alcuni artisti di strada ben attrezzati con strumenti e casse audio, che promozionano per strada i loro LP. L’atmosfera che si respira è quella di una città giovane e allegra, dove l’arte nasce in strada.

Week-end-a-Dublino-strada

Anche le rive del fiume riservano qualche bella sorpresa, soprattutto per gli amanti del cibo tradizionale, della birra, e del ballo. Su Temple Bar è possibile trovare tipici pub dove degustare Guinness e ballare sulle note tradizionali strimpellate su violini impazziti e flauti inarrestabili. Inoltre, su questa via affollata di gente, sorge un elegante ristorante che ha fatto del totally Irish il suo biglietto da visita. Gallaghers Boxty House prende il nome dal tipico boxty irlandese, un patto di carne o pollo, racchiuso in un pancake di patate e servito con deliziosa salsa ai funghi. Semplicemente delizioso!

Week-end-a-Dublino-temple-bar

Invece, per degustare una pinta di birra Guinness è d’obbligo recarsi alla Guinness Storehouse. Dopo un tour di sette piani in cui vi viene spiegato tutto su questa birra dal colore scuro, è possibile assaporarla nel Gravity Bar con vista su tutta Dublino e sulle campagne verdi circostanti.

Week-end-a-Dublino-cibo

Il Gravity Bar è la location perfetta per una conclusione a effetto di un weekend in Dublino. Da lassù la vista cerca di spingersi oltre l’orizzonte, laddove si aprono vasti territori da esplorare, dove risiede lo spirito selvaggio e antico dell’Irlanda. Prima di ripartire si ha già voglia di tornare!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *