Cosa vedere in Grecia, le 7 meraviglie di Creta

Finalmente l’estate è arrivata con le tanto agognate ferie, e qual è il posto dove sole, mare, relax regnano incontrastati? Certamente è facile pensare alla Grecia e alle sue numerosissime isole, sulle quali abbandonarsi su spiagge che si affacciano sul mare cristallino, godendosi le lunghe giornate lontano dalle frenesie della città.

Creta-1

Creta, l’isola più grande dell’arcipelago, sospesa tra Europa e Africa, offre tutto questo e non solo. La provincia di Heraklion, la capitale, nasconde spiagge paradisiache, ma offre anche escursioni in ripide montagne e avventure alla Indiana Jones in siti archeologici che hanno aiutato gli studiosi a ricostruire le origini della società europea. Insomma, ce n’è per tutti i gusti!

Come non cominciare questa esplorazione virtuale se non parlando delle spiagge più belle della provincia di Heraklion? Se cercate tranquillità e odiate le litoranee affollate di turisti rumorosi, scegliete la costa sud, quella che si affaccia sul Mar Libico. Due sono le tappe imperdibili, soprattutto se al mare e al sole volete aggiungere un pizzico di erudizione classica.

Creta-2

Matala: A una ora in macchina da Heraklion, la spiaggia si trova in una insenatura naturale, scavata nelle scogliere bianche, che offrono lo scenario ideale per lo snorkeling e le immersioni. L’acqua è azzurra e limpida, e gli innumerevoli ciottoli colorati danno alla spiaggia una luce unica. La scogliera che incornicia Matala è ricca di grotte più o meno piccole che formano un antico cimitero romano, all’interno delle quali è ancora possibile osservare le nicchie con i letti in pietra dove i defunti riposavano.

Creta-3

Creta-4

Lentas: Arrivare in questa spiaggia di ciottoli è una vera impresa. Bisogna attraversare paesini minuscoli, percorrere rischiose strade spesso sterrate, andare su e giù per le montagne dove le uniche forme di vita che si incontrano sono pastori, muli e greggi di pecore. Tuttavia la traversata di un paio d’ore vale assolutamente la pena. Lentas è un piccolo paesino di pescatori, dove è possibile affittare una stanza per restare qualche giorno in più. Il primo insediamento umano risale a 2400 anni fa, alcune rovine stanno poco distanti dalla spiaggia, che per la sua bellezza è degna del dio Poseidone.

Creta-5

Creta-6

Un posto speciale nella lista è occupato dalle rovine del palazzo di Knossos (vedi foto sopra), culla della società minoica, antecedente di quella greca e, più in generale, europea. È possibile visitare il sito archeologico, a venti minuti in macchina da Heraklion, con guide esperte e poliglotte, che porteranno i visitatori in giro per quello che è un gioiello dell’architettura antica. Le scalinate, i portici colonnati, le sale del trono, che rivestivano una importanza sia religiosa che politica, offrono uno spaccato dettagliato della vita di questa civiltà. Che era considerata molto progredita rispetto ai tempi in cui sorse e che cadde a causa di catastrofi naturali, ultima l’eruzione del vulcano di Santorini. È qui che molto probabilmente nacque il mito di Atlantide.

Creta-7

Creta-8

Creta-8

Il centro storico di Heraklion merita una visita approfondita. La città è veneziana nei suoi monumenti e mura. La Loggia, il Castello sul mare, la chiesa di San Tito e piazza Venizelou con la sua fontana di leoni (Fontana Morosini) offrono una passeggiata nel passato della città, che ricordano l’epoca in cui Creta era una delle colonie della Serenissima, prima di essere inglobata nell’impero ottomano.

Creta-9

Creta-10

Un’altra delle meraviglie di Heraklion e di Creta è la cucina tradizionale. Semplice ma genuina, leggera ma capace di saziare anche i pozzi senza fondo, la cucina cretese è imperdibile (non oserete mica avvicinarvi al McDonald’s?!). La tipica insalata greca qui assume una variante gustosa: mescolandola dopo averla condita con sale e olio, scoprirete che al fondo i cretesi vi aggiungono pane scuro. Da leccarsi i baffi sono anche i dakos, pane raffermo con feta e pomodoro, la moussakà, lasagne di melanzane e patate, le croccanti frittele di zucchine e formaggio da inzuppare nella salsa tzatziki. Ancora affamati? Una pita souvlaki vi toglierà l’appetito una volta per tutte. Inoltre, a tavola avrete la possibilità di sperimentare la proverbiale ospitalità greca. A fine pasto vi verrà sempre offerta frutta, dolci e l’ouzo, il forte liquore greco che vi aiuterà a digerire in un battito di ciglia!

Ad ogni modo non preoccupatevi di perdere la linea, perché Creta offre escursioni al limite dello sport estremo. È il caso della lunga passeggiata che il turista (meglio se allenato e munito di scarponcini adatti) può percorrere nel Parco Nazionale delle Gole Di Samarià, un canyon lungo 14 km da percorrere rigorosamente a piedi, dove arrampicarsi su massi più o meno grandi che popolano il letto del fiume, in secca in estate. La vista è mozzafiato: le gole sono ripidissime pareti che dimostrano il lento lavorio del fiume nel corso dei millenni, il quale ha scavato pian piano il suo letto tra le montagne. La passeggiata termina sulla spiaggia, dove l’avventuriero riposa dalla fatica… ercolina!

Creta-11

Dulcis in fundo, la settima meraviglia è quella che può essere ammirata in qualsiasi punto dell’isola, nel momento in cui giorno e notte si uniscono nel cielo terso che sovrasta questa isola bellissima. I tramonti qui hanno una luce particolare e una bellezza singolare. Considerate l’assenza di una fotografia un invito ad andare sulle coste cretesi a godere personalmente di questo spettacolo!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *