Stranezze dal mondo: le bare artistiche

Quando avviene un lutto, una delle decisioni da prendere è la scelta della bara.

In Africa, nel sud del Ghana, è nato un fenomeno particolare a riguardo, ovvero le cosiddette “bare artistiche”, considerate una vera e propria forma d’arte. Questo tipo di servizio è stato così tanto apprezzato che si è iniziato ad allargare a macchia d’olio anche in altri Paesi, per esaudire le richieste più bizzarre di chi vuole essere sotterrato con un feretro personalizzato.
La notizia sembra incredibile ma è assolutamente vera ed è stata condivisa dalla nota agenzia funebre Taffo che si è incuriosita a riguardo.

bara14

Le “fantasy coffins”, così chiamate ormai in tutto il mondo, sono nate partendo dal presupposto che nella regione del Greater Accra la morte è considerata semplicemente un passaggio verso un’altra vita, l’esistenza secondo quelle popolazioni continua nell’aldilà. Per questo il funerale non è una cerimonia triste, né la morte la fine di qualcosa o un momento di cui rattristarsi. La tribù dei Ga riconosce un grande potere ai defunti e per questo sente il dovere di onorarli e di rendere il loro “viaggio” il più confortevole possibile.

bara16

 


bara15

Le bare personalizzate riproducono solitamente un elemento importante della vita del defunto: dal mestiere, agli hobby, ad oggetti a cui era molto legato: per esempio per un artista è stata realizzata una bara a forma di matita, per un amante delle Ferrari, ne è stata realizzata una ricalcando la macchina stessa, a forma di granchio o aragosta per chi faceva il pescatore, fino a modelli ancora più estrosi, come bare che rappresentano un cellulare, un aereo, una bottiglia di coca cola, ecc.


bara23

 

In origine, anche per un problema di costo, queste bare erano richieste per persone di uno status sociale elevato, ma grazie a una mostra organizzata a Parigi nel 1989, Magiciens de la Terre, sono arrivate le prime richieste da collezionisti occidentali ed è iniziato a circolare il nome di uno dei precursori di questa bizzarra forma artistica: Kane Kwei.
Oggi il nipote dell’artista, Eric Adjetey Anang, prosegue la vendita delle “fantasy coffins” online sul sito Ghana Coffins, coltivando un business letteralmente senza eguali.

Un altro artigiano, Ataa Oko, autore di tantissime bare di design, ha esposto nel 2011 alcune sue creazioni presso la Collection de l’Art Brut di Losanna.
In pochi anni il fenomeno delle bare ghanesi ha interessato collezionisti, appassionati d’arte, storici e semplici curiosi, tanto da ispirare imprenditori che hanno creato veri e proprio business come l’azienda britannica Creative Coffins, che realizza bare con materiali ecologici e disegni personalizzabili.

 

bara17

 

bara18

 

bara19

 

bara20

 

bara21

 

bara22

bara24

bara25

bara13

bara2

bara3

bara4

bara5

bara6

bara7

bara8

bara9

bara12

bara1

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *