Lo smartphone cannibale divoratore di business

Pensiamo a quanto è cambiata la nostra vita dall’arrivo degli smartphone: molte attività che prima richiedevano più soldi, più tempo e un maggiore impegno per essere svolte, oggi sono state sostituite da un solo dispositivo che possiamo usare in ogni frangente.

È questo il tema dell’infografica Smartphone cannibale: come ti mangio il business, un’idea di Minimegaprint tipografia online leader del web to print, che con questo progetto ha sintetizzato tutti i cambiamenti principali che sono avvenuti dal 2007 in poi.

Tutti i dispositivi che non usiamo più grazie allo smartphone

Nel corso delle nostre attività quotidiane non ci rendiamo conto di quanti oggetti non usiamo più, o usiamo molto meno, perché sostituiti dai device mobile.
Le fotocamere digitali, innanzi tutto, quasi del tutto soppiantate dagli smartphone che hanno in breve tempo migliorato la risoluzione in megapixel e hanno facilitato l’immediatezza dello scatto, soprattutto nel caso di persone non esperte di fotografia.

Calcolatrici, torce e bussole sono oggetti che adesso sono racchiusi nelle impostazioni base di qualunque smartphone, quindi davvero a portata di mano; inoltre la nascita di app come Google Maps, unite al GPS degli smartphone, ha di fatto mandato in soffitta i navigatori che fino a pochi anni fa si usavano in auto (TomTom, un tempo azienda leader del mercato, è crollata in borsa di oltre il 96% dal 2007 al 2011).

A essere “divorati”, dunque, non sono solo gli accessori analogici, ma anche device come i lettori dvd, meno richiesti rispetto a pochi anni fa; i lettori musicali portatili, sostituiti dalle app per lo streaming online e dai player inclusi in ogni tipo di smartphone; il termostato, ritenuto meno importante poiché ci sono moltissime app per il meteo; l’accordatore per chitarra, sostituito dai musicisti con un’app che fa la stessa cosa con minor ingombro.

Gli esempi di aziende vittime di questa evoluzione sono numerosi: nell’infografica e nell’articolo Come Gli Smartphone Hanno Divorato Decine Di Business si parla di casi come Kodak, che dal 2012 non produce più macchine fotografiche, dell’Atari, andata in bancarotta nel 2013, della Nokia, che ha perso il 94% del valore del suo titolo in borsa. In altre parole, si tratta di un cambiamento epocale a cui alcune aziende stanno cercando di reagire e altre, purtroppo, sono dovute soccombere.

Il discorso potrebbe continuare a lungo con orologi, lettori dvd, sveglie e agende: basta una rapida lettura dell’infografica per rendersi conto che lo smartphone è davvero un “cannibale” di aziende e probabilmente continuerà a cambiare le nostre vite anche nei prossimi anni.

Lo smartphone cannibale divoratore di business


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *