Destinazione Sardegna per la prima avventura in camper: i consigli

Hai appena acquistato o affittato un camper per una vacanza itinerante all’avventura? Vuoi partire con una meta facile e tranquilla, ma che sia anche spettacolare per iniziare in bellezza il feeling con le vacanze su quattro ruote?
La destinazione più abbordabile e meravigliosa che l’Italia possa offrirti è sicuramente l’isola di Sardegna. L’isola può offrirti una serie di tappe da favola, raggiungibili senza dover fare ore e ore di viaggio stremante su strade sterrate. Le strade dell’isola non sono tantissime, ma sono curate e hai il vantaggio che è difficile perdersi.

Girare la Sardegna con il camper è, tra l’altro, il modo migliore per visitare questa regione che ha tantissimi punti d’interesse come calette, monumenti, siti archeologici sparsi per tutta l’isola. Se non si ha la fortuna di avere un camper, infatti, l’unico modo per godersela è prenotare diversi alloggi in varie località. L’isola è sicura e, da Nord a Sud, ci sono molti campeggi e parcheggi per camper dotati di ogni servizio. Insomma: se è la prima volta con il camper, o comunque se vuoi una vacanza da sogno, scegli la Sardegna!

Tutto comincia ovviamente con la ricerca di traghetti per la Sardegna con il camper, perché solo grazie a questi è possibile portare con sé il proprio veicolo senza problemi. Alcune compagnie consentono di viaggiare in un’area specializzata attrezzata appositamente, così da fare sul proprio mezzo comodamente anche il tragitto in mare.

Cosa bisogna sapere per una vacanza con il camper

Vacanze in Camper

Prima di tutto è importante sapere che quando si viaggia con il camper non è che sia tutto concesso, ma ci sono delle norme che regolano la circolazione del mezzo. A questo proposito, per esempio, è bene sapere che c’è un limite di peso per ogni veicolo del genere. La portata massima, quindi, non deve essere superata altrimenti si rischiano alte sanzioni e anche la decurtazione dei punti dalla patente. Prima di partire, quindi, è bene caricare tutto sul mezzo e fare un salto a pesare il camper.

Bisogna inoltre sempre ricordare che il fatto di viaggiare con una casa su ruote, non significa che si possa fermarsi a campeggiare ovunque passi per la testa.
Le regole, in Sardegna o ovunque, nel nostro Paese come altrove sono molto rigide. Bisogna per questo cercare un parcheggio apposito o un camping che possa ospitare il veicolo e i suoi viaggiatori: qui si potrà così collegare il mezzo alla corrente, all’acqua e scaricare i rifiuti. Attenzione a tenere sempre il camper con il pieno, rifacendo gasolio ad ogni occasione: l’isola non abbonda di benzinai, quindi quando ci sono meglio approfittare.

Visitare la Sardegna in camper

Destinazione Sardegna per la prima avventura in camper: i consigli

Che giro fare? Cosa visitare? Molti ti consiglieranno di andare all’avventura e di fermarti a caso “dove ti porta il cuore”. In realtà non è una grande strategia perché la disorganizzazione costa tempo e, quindi, denaro (se contiamo gli sprechi di carburante). Va benissimo fermarsi quando si vede qualcosa di straordinario, va bene cambiare la propria tabella di marcia in base ai desideri, ma avere un programma quanto meno a grandi linee è fondamentale.

Se decidi di visitare la Sardegna in camper, quindi, non arrivare impreparato sull’isola, ma stabilisci un itinerario. In questo modo non tralascerai niente di spettacolare e potrai davvero fare tuo questo meraviglioso paradiso. Online ci sono tantissimi itinerari di chi come te si è lanciato all’avventura con il proprio camper in Sardegna quindi puoi prendere ispirazione. In cartoleria, altrimenti, ci sono le solite ma completissime guide regione per regione. Con il cellulare o un navigatore satellitare professionale non ti perderai di certo.

Paesaggi in Sardegna


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *